Col fuoco sulla coda saresti un meteorite
Venuto dallo spazio
Grigio come un sasso
Un sasso dai denti a sciabola
Coi denti da elefante
Un elefante in miniatura
Un sasso con le zanne

Le lucciole del bosco
Le lucciole cadenti
Vi vogliono aiutare
A fuggire dai cani lanciati come frecce
Seguiti dagli spari dei finti militari

Ti porti sulla schiena il buio della notte
E spingi con il muso
Il sole la mattina
Appari sulla strada colore dell’asfalto
Illuminano i fari
Il momento in cui scompari

Le spine della macchia
Le spine decadenti
Ti vogliono fermare
Il concerto delle pance
Suonerà domani
Sopra i piatti fondi, sopra i piatti piani

Corri come un pazzo grigio rinoceronte
Terremoto delle zolle
Uragano delle fronde
I ragni d’arte contemporanea si smontano le tele
Oggi chiudono le mostre
Occhi critici di mosche

Le vipere bastarde regine dei serpenti
Non possono fermare
La pelle dura del treno
Non sente nemmeno il dolore di un morso
È la bomba del bosco